s
Slide show

uiii

Dipartimento Lettere e Scienze Umane

 

 

 

1.2 ~ LA STORIA SIAMO NOI
LA POLITICA E LA DEMOCRAZIA
III parte
Docente Prof. Gilberto Zappitello

Mercoledì ore 15.00 - 17.00  Aula 1

14-21-28 marzo, 4-11 aprile 2018

 

Quale democrazia?

Durante la Rivoluzione francese le dottrine politiche degli intellettuali illuministi furono messe in pratica con risultati controversi (lavoro costituzionale, diritti, rapporti di classe, democrazia diretta ...). Dopo la Rivoluzione francese sorse, soprattutto in Francia, un problema:    a che punto fermarsi per non arrivare al terrore? Democrazia diretta o indiretta? Democrazia borghese o popolare? Chi è il popolo? Chi non appartiene al popolo? Questi i problemi che stanno alla base delle varie rivoluzioni dell'Ottocento.

Esamineremo il sistema politico liberale e la democrazia proletaria, il rapporto fra democrazia e anarchia, il problema della delega e del controllo dei delegati, il rapporto fra la democrazia e la forma-Stato. Poi un altro argomento da affrontare sarà il rapporto fra democrazia e religioni. Tante idee e tante esperienze storiche da esaminare per comprendere dove siamo arrivati e quali prospettive abbiamo davanti a noi.

 

  •  
  • Totale ore di lezione n. 10

Il corso si attiva con un minimo di 18 iscritti

Quota partecipazione € 25 Iva compresa

 

 

 

............................................................................................................................................ 

 

1.4 ~ LA CAMPANIA TRA ARTE E STORIA
Docente Dott. Maria Grazia Maioli

Giovedì ore 15.00 - 17.00  Aula 1

22-29 marzo, 5-12-19-26 aprile 2018

 

Il corso, il secondo di una serie destinata alle regioni italiane, intende esaminare gli aspetti culturali e artistici nelle diverse epoche e come questi siano caratterizzati anche localmente, senza escludere monumenti e fenomeni storici.

1. Preistoria e protostoria: l'età del bronzo e            la cultura del Gaudo

2. Sabini, Sanniti e popoli italici in genere: le            tombe dipinte

3. le città greche dall'heraion del Sele ai                   templi di Paestum

4. la Campania romana, strade, città,                       territorio, ville patrizie e imperiali (Pompei)

5. Pompei

6. Ercolano, Stabia, Oplontis e le altre aree di         scavo

 

 

  • Totale ore di lezione n. 12

Il corso si attiva con un minimo di 18 iscritti

Quota partecipazione € 30 Iva compresa

 

 

 

............................................................................................................................................ 

 

 

1.5 ~ CENT’ANNI
LA RIVOLUZIONE RUSSA E L’ISTAURAZIONE DELLA DITTATURA
DEL PROLETARIATO (1917-2017)

Docente Prof. Gianguido Savorani

Mercoledì ore 15.00 - 17.00  Aula 1

7-14-21-28 febbraio, 7 marzo 2018

 

“Orbene, la dittatura del proletariato, vale a dire l'organizzazione dell'avanguardia degli oppressi in classe dominante per reprimere gli oppressori, non può limitarsi a un puro e semplice allargamento della democrazia. Insieme a un grandissimo allargamento della democrazia, divenuta per la prima volta una democrazia per i poveri, per il popolo, e non una democrazia per i ricchi, la dittatura del proletariato apporta una serie di restrizioni alla libertà degli oppressori, degli sfruttatori, dei capitalisti. Costoro, noi li dobbiamo reprimere, per liberare l'umanità dalla schiavitù salariata; si deve spezzare con la forza la loro resistenza, ed è chiaro che dove c'è repressione, dove c'è violenza, non c'è libertà, non c'è democrazia. Democrazia per l'immensa maggioranza del popolo e repressione con la forza, vale a dire esclusione dalla democrazia, per gli sfruttatori, gli oppressori del popolo: tale è la trasformazione che subisce la democrazia nella transizione dal capitalismo al comunismo”

(Lenin, Stato e Rivoluzione)

  • Questo era il progetto; quale la sua attuazione?

Cercare una risposta a questa domanda è l’obiettivo che il corso si propone risalendo dalle cause che nella Russia zarista diedero inizio alla Rivoluzione del 1917, seguendone poi l’evoluzione interna e le conseguenze che l’affermarsi del bolscevismo sovietico ebbe sullo sviluppo della storia d’Europa durante la guerra e nel dopoguerra fino all’istaurarsi dello stalinismo alla fine degli anni ’20.

  • Totale ore di lezione n. 10
  • Il corso si attiva con un minimo di 18 iscritti
  • Quota partecipazione € 25 Iva compresa

 

 

 

 

............................................................................................................................................ 

 

1.6 ~ LUCI E OMBRE DELLA STORIA
EUROPEA DEL SEC. XX
 L’ AUSTRIA: DALL’IMPERO MULTINAZIONALE A OGGI

Docente Prof. Giampaolo Venturi

Giovedì ore 15.00 - 17.00  Aula 1

16-23-30 novembre, 7-14 dicembre 2017

 

 

Il Corso di quest'anno prosegue la riflessione su "luci e ombre" della Unione, guidando alla lettura di un Paese centrale nella sua storia e nella sua cultura, l'Austria, un tempo grande impero multinazionale, oggi piccolo Stato con un grande passato, impegnato nell'affrontare i problemi comuni a tutta l'Unione.

Programma 

1.    L'Impero, 1848 - 1914

2.    La repubblica, 1918 - 1938

3.    Dalla seconda guerra mondiale
al 1989

4.    L'Austria nell'Unione, fino a inizio
secolo XXI

5.    L'Austria oggi

 

 

  • Totale ore di lezione n. 10

Il corso si attiva con un minimo di 18 iscritti

Quota partecipazione € 25 Iva compresa

 

 

............................................................................................................................................ 

 

 

1.7 ~  ALBANIA, IL PAESE DI FRONTE

Docente Prof. Marinella Lotti

Lunedì ore 15.00 - 17.00  Aula 1

12-19-26 febbraio, 5-12 marzo 2018

 

  • Tripoli bel suol d'amor: le truppe italiane contro l'Impero Ottomano. La guerra di Libia e le conseguenti aspirazioni indipendentistiche dei Balcani 1911-1913.
  • La crisi dei Balcani: la nascita del principato di Albania nel 1913, fino allo scoppio della Prima guerra mondiale.
  • L’intervento dell’Italia in Albania: dalla missione umanitaria del 1914 fino alla fine del conflitto. Storia e memoria del “paese delle aquile”.
  • La ritirata degli ultimi contingenti: le conseguenze economiche e politiche di un pesante bilancio finale.
  • La conquista italiana dell’Albania: dagli anni Venti al 1943.

 

  •  
  • Totale ore di lezione n. 10

Il corso si attiva con un minimo di 18 iscritti

  • Quota partecipazione € 25 Iva compresa

 

 

 

............................................................................................................................................ 

1.8 ~ EUGENIO MONTALE E DARIO FO
NELLA CULTURA ITALIANA DEL SECONDO DOPOGUERRA

Docente Prof. Luigi Neri

Lunedì ore 20.15 - 22.15  Aula 2

9-16-23-30 ottobre, 6 novembre 2017

 

Gli incontri verteranno sui contributi recati dalle due figure alla più recente cultura italiana ed europea. Nello specifico, saranno considerati gli aspetti di carattere morale, filosofico e religioso. Spesso, questi oltrepassano l’orizzonte storico del Novecento.

Sarà altresì possibile ricostruire attraverso i due autori alcune problematiche più generali dell’uomo dei giorni nostri e accennare alle possibili risposte da loro intraviste.

 

La trattazione avverrà in maniera non sistematica, con il libero contributo di tutti i presenti. Potranno essere discusse altre correnti e altre questioni, anche a richiesta dei partecipanti.

 

 

 

 

  • Totale ore di lezione n. 10

Il corso si attiva con un minimo di 18 iscritti

Quota partecipazione € 25 Iva compresa

 

 

 

 

fil
sinIndietro